Elenco news > attestato energetico negli annunci di vendita e affitto, gli agenti immobiliari si ribellano - 03/09/2013

 

le nuove norme sull'ape, attestato di prestazione energetica, introducono delle sanzioni salate per gli agenti immobiliari che non ne riportano l'indicazione negli annunci

ma in molti casi sono i proprietari a non fornire la classe energetica e l'ipe, mettendo i mediatori in una situazione a dir poco complicata

la fiaip, federazione italiana agenti immobiliari, chiede al governo di intervenire con urgenza, prima che il settore, gia duramente colpito dalla crisi, collassi del tuttoattualmente la legge specifica che la non indicazione dell'ape sara imputata al responsabile dell'annuncio, spostando cosi dal proprietario al mediatore il carico

se le cose resteranno cosi come sono, la fiaip annuncia una clamorosa azione di ritiro di migliaia di annunci, dai portali, dalle proprie vetrine e da tutte le pubblicazioni specializzate

e siccome il governo non ha ancora messo a punto i regolamenti attuativi del decreto legge 63/2013 c'e tempo per fare dei cambiamenti in materiadei segnali positivi sono gia arrivati

durante l'esame al senato della conversione del dl fare, il relatore del provvedimento sull'attestato di prestazione energetica si e detto favorevole a rivedere la norma che indica gli agenti come i responsabili della pubblicazione dell'ipe negli annuncila disponibilita del governo arriva poche ore dopo la questione della nullita dei contratti senza ape, sia di vendita che di locazione, approvata a seguito di un emendamento grillino

di fatto in alcune regioni italiane questa situazione era gia la norma da anni, ma la sua estensione a livello nazionale ha fatto scattare nuovi allarmi nel settore del mattonesecondo la fiaip "in questo momento di crisi, sarebbe necessario agevolare il mercato immobiliare, anziché continuare a deprimerlo con nuovi obblighi a carico dei proprietari e degli agenti immobiliari

la tassa occulta della certificazione e stata inserita dal governo italiano, ma non richiesta dalla direttiva europea, questo e autolesionismo allo stato puro"